Domenica 21 novembre: Giornata diocesana del Seminario

La Giornata diocesana del Seminario è una giornata significativa per tutta la diocesi di Lodi. In questo giorno desideriamo porre il Seminario al centro dell’attenzione. I seminaristi hanno bisogno di essere sostenuti nella preghiera, nell’affetto e nell’aiuto per le spese necessarie alla nostra formazione. Ricordare il Seminario (e chi vi abita) significa anche fare memoria del fatto che i preti sono indispensabili per la vita della Chiesa. Siamo invitati, quindi, a pregare il Signore perché mandi operai nella sua messe. Occorre anche pregare affinché la vocazione del Signore sia riconosciuta e accolta. Non solo da chi è chiamato ma anche da chi lo circonda come la comunità parrocchiale e la famiglia.

Domenica 21 novembre, siamo invitati a pregare e sostenere la comunità del Seminario. Affidiamo al Signore questi nostri fratelli e chiediamo al Signore della Vita di arricchire la nostra Chiesa nuove vocazioni al sacerdozio.

Giornata del Seminario

In questa domenica la Comunità del Seminario desidera farsi vicina ad ogni comunità parrocchiale per invitarci a vivere la Giornata del Seminario. Viviamo questa giornata pregando per tutti coloro che si stanno preparando a diventare Ministri Ordinati e per tutti coloro che il Signore sta chiamando a seguirlo per questa via, facendo appello alla generosità di giovani e meno giovani, affinché riescano a trovare la forza per rispondergli di sì.

In questa occasione vogliamo mettere in evidenza un altro elemento della dinamica vocazionale: il ruolo della comunità che prepara e cura le vocazioni ai diversi ministeri.

La cooperazione della comunità non può essere bypassata perché Dio chiama sempre in modo umano: per questo il processo vocazionale rimane connotato da tutta una serie di mediazioni umane indispensabili e insostituibili. Solo successivamente la persona, chiamata a ricevere il sacramento dell’ordine nel dono dello Spirito, verrà configurata in modo specifico a Cristo per svolgere il ministero ordinato. Pertanto, essendo la comunità cristiana parte attiva nel processo vocazionale, è legittimo domandarci: nel contesto socio-culturale-ecclesiale attuale, totalmente diverso da quello di alcuni anni fa, come la Comunità può svolgere questo compito, con quali attenzioni, mezzi, percorsi?

Oltre alla preghiera comunitaria, le offerte che raccoglieremo durante le celebrazioni eucaristiche, saranno consegnate al nostro Seminario