Grest: si parte!

Si riapriranno i cancelli e l’esperienza del “grest” vedrà il suo inizio nel nostro oratorio.
Come parroco non smetto di pensare che questa esperienza è un dono di Grazia.
Dopo un anno di chiusura sono felice di poter riavviare questa progettazione di vita comune dove, il dono
gratuito ed il servizio reciproco, sono alla base dell’offerta proposta.
Per la parrocchia il Grest è e rimane una straordinaria avventura. Continuiamo a credere che l’oratorio sia un luogo educativo, dove le regole possano essere davvero indicazioni per una vita buona. Piccoli segreti che non sono forse di moda ma che, noi cristiani, possiamo affermarne la loro perenne attualità.
I volontari sono davvero ammirevoli. La Provvidenza non fa mai mancare l’aiuto…
Nella situazione pandemica che stiamo vivendo l’organizzazione e la realizzazione non sono proprio semplici. La disponibilità di adolescenti, di maturandi e di adulti (anche coloro che sono impegnati con il lavoro) che non hanno esitato a dare del tempo prezioso, è un segno straordinariamente bello.
Ringrazio di cuore perché la presenza attiva è nata spontaneamente ed è ancora più bella e ammirevole (non ci si mette in moto solo perché cercati o supplicati). Uno sa che c’è bisogno e si fa avanti.
Grazie di cuore. Evidentemente a tutta la comunità cristiana di San Fiorano chiedo una partecipazione nella preghiera. Siamo certi che l’aiuto del Signore è la nostra forza. Siamo certi che anime che penseranno a noi e pregheranno per noi saranno un ulteriore aiuto e presenza per l’attività estiva.
Comunque, per chi lo vuole, c’è sempre spazio per dare una mano.